Il “Decreto Martina” impone l’utilizzo di pesticidi di riconosciuta dannosità in assenza di certezze sulla reale efficacia di queste sostanze tossiche nel controllo della diffusione della xylella fastidiosa. Per tali motivi ISDE Italia ha scritto ai Ministri dell’Ambiente, della Salute e delle Politiche Agricole chiedendo di valutare l’abrogazione del Decreto e, nel medio-lungo termine, una revisione della normativa vigente sull’uso dei pesticidi e misure finalizzate a garantire un’agricoltura che sia strumento di progresso economico, di tutela dell’ambiente, della salubrità degli alimenti e della biodiversità e non veicolo per la sottrazione di diritti e per l’incremento del rischio sanitario.

La posizione di ISDE Italia

Già nel 1987 l’Organizzazione Mondiale della Sanità definiva l’area di Taranto “ad elevato

rischio ambientale”. Negli anni successivi una lunga serie di contributi scientifici ha dimostrato le responsabilità dell’ILVA nella presenza, parallelamente alla compromissione ambientale, di danni sanitari a carico di lavoratori e residenti di qualunque età (soprattutto bambini).

La situazione di rischio per la salute persiste tuttora.

(altro…)

Salute Globale, diritto, politiche, strumenti e governance multilivello: di questo si occuperà questo Summer School, che si svolgerà dal 30 luglio al 10 agosto 2018 ad Olbia – Tempio – Porto Cervo, nel contesto del Progetto “EDUCARE ALLA CITTADINANZA E ALLA SALUTE GLOBALE” al quale ISDE Italia partecipa come partner.

Le domande di ammissione devono essere presentate, entro il 5 luglio 2018!!!

(altro…)

Evento promosso da HEAL (Health and Environment Alliance) in collaborazione con ISDE Italia

Il 27 Giugno 2018 si terrà a Bruxelles un evento organizzato da HEAL (Health and Environment Alliance) in collaborazione con ISDE Italia e Regione Toscana dal titolo ‘Doctors in action for climate change’.

L’evento riunirà  medici e professionisti del settore della salute impegnati contro i cambiamenti climatici, al fine di condividere esperienze, buone pratiche e sensibilizzare l’opinione pubblica e i policy makers sulla correlazione tra salute e cambiamenti climatici.

Saranno presenti organizzazioni mediche e ambientaliste, esperti del settore, giornalisti e Parlamentari europei membri della Commissione Ambiente e sanità pubblica con l’intento di preparare il dibattito in vista della prossima COP24 e di portare i medici in prima linea, come promotori della tutela della salute e della sensibilizzazione sulle problematiche ambientali legate a essa.

In tale occasione ISDE Italia condividerà l’esperienza della “Rete di medici-sentinella per l’ambiente”, una rete di medici di Medicina Generale (Mmg) o pediatri di libera scelta (Pls) la cui funzione è quella di monitorare incidenza, prevalenza e progressione di una malattia o di una serie di patologie nel tempo in gruppi di popolazione o in zone geografiche prestabilite.

Una realtà già operante in Italia e che ha visto il sostegno della Federazione Nazionale italiana dell’Ordine dei Medici e del Ministero della Salute.

In occasione dell’incontro si darà, inoltre, l’avvio ad un processo di costruzione ed ampliamento di tale rete a livello europeo, sul modello di quello italiano.

Scarica il programma

 

 

La presentazione a cura del Ministero della Salute e dell’ISS, dell’aggiornamento dello studio SENTIERI, ai periodi 2006-2013 per mortalità, ricoveri e incidenza tumori, 2002-2015 o sotto-periodi per le malformazioni congenite, conferma il quadro preoccupante già emerso dai risultati precedenti.

ISDE ringrazia i tanti ricercatori degli enti, istituzioni e agenzie che hanno contribuito all’importante aggiornamento.

Tanti i segnali degni di immediati interventi di prevenzione o di approfondimento, da realizzare preferenzialmente coinvolgendo le strutture locali del servizio sanitario, inclusi i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta che possono svolgere un importante lavoro sul territorio, avvalendosi anche delle reti collaborative come quella dei medici sentinella per ambiente e salute che ISDE e FNOMCeO stanno attuando in diverse aree italiane. (altro…)

A fine maggio l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni – AGCOM ha approvato la delibera che regola le procedure di avvio per la sperimentazione 5G.

ISDE Italia rinnova il suo appello con un COMUNICATO STAMPA a cura di Agostino Di Ciaula – Presidente Comitato Scientifico ISDE Italia

Questi i link ai documenti dell’AGCOM:

Comunicato stampa 23 maggio 2018 – Agcom: adottate le procedure di assegnazione delle frequenze per la transizione ai sistemi mobili di comunicazione di quinta generazione (5G)

Delibera n. 231/18/CONS – Procedure per l’assegnazione e regole per l’utilizzo delle frequenze disponibili nelle bande 694-790 MHz, 3600-3800 MHz e 26.5-27.5 GHz per sistemi terrestri di comunicazioni elettroniche al fine di favorire la transizione verso la tecnologia 5G, ai sensi della legge 27 dicembre 2017, n. 205