pubblico_volantinoSi è conclusa sabato 24 novembre la conferenza nazionale su “Clima e Salute, educare alla cittadinanza e alla Salute globale” organizzata dall’ Associazione Italiana Medici per l’Ambiente e dall’ Ordine dei Medici di Bari , in collaborazione con l’Organizzazione Medici con l’Africa-Cuamm e grazie al contributo dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.La conferenza è stata l’occasione per approfondire e rilanciare la collaborazione tra l’Ordine dei Medici e l’Associazione Medici per l’Ambiente, consapevoli che per proteggere la salute umana occorre intervenire per risolvere le problematiche ambientali che possono causare patologie all’uomo.

(altro…)

isde_coloriIl 25 Novembre 1990 si costituiva l’International Society of Doctors for the Environment – ISDE.
Da allora l’ISDE ha svolto una rilevante attività di formazione ed informazione in tema di ambiente e salute, ha contribuito all’approfondimento culturale e scientifico di molti aspetti di questo rapporto complesso ed indissolubile, in particolare in collaborazione FNOMCeO (Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri), Società Medico-Scientifiche, Istituzioni, organizzazioni non governative e più in generale cittadini.

(altro…)

screenshot-2018-11-15-17-38-57È in programma il prossimo venerdì 23 e sabato 24 novembre a Bari una conferenza nazionale su “Clima e Salute: Educare alla cittadinanza e alla Salute globale”.

La conferenza, organizzata dall’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente e dall’Ordine dei Medici di Bari, in collaborazione con l’Organizzazione Medici con l’Africa Cuamm e grazie al contributo dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, è una delle azioni previste dal progetto “Educare alla cittadinanza e alla salute globale”.

(altro…)

thomas-millot-526914-unsplashAnche l’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente intende esprimere la propria posizione in seguito alle dichiarazioni del Ministro Salvini.

Il Parlamento Europeo, infatti, ha recentemente approvato il pacchetto legislativo sull’economia circolare e sostenere di chiudere il ciclo dei rifiuti solidi urbani con l’incenerimento degli stessi è una posizione anacronistica e oltremodo sbagliata che contrasta con quanto è stato recentemente deciso a Bruxelles. Occorre, infatti, parlare di recupero di materia, prima ancora che di recupero di energia attraverso la termovalorizzazione e per questo più che di nuovi impianti per l’incenerimento dei rifiuti dobbiamo mettere in atto azioni per lo sviluppo del recupero e riuso del rifiuto oltre che per l’implementazione della raccolta differenziata.

(altro…)

Gli incontri sono in programma a Firenze il prossimo 27 Novembre e sono organizzate dall’ Associazione Medici per l’Ambiente-ISDE Italia nel contesto del  13° Forum Risk Management  

(Qua puoi consultare il programma integrale del Forum)

L’evento in oggetto si compone delle seguenti 4 sessioni:
I Sessione – Sostanze chimiche di origine farmaceutica nell’ambiente
II Sessione – Gestione del rischio e della sua comunicazione nei siti inquinati
III Sessione – I registri di patologia per studi su ambiente e salute: criticità e potenzialità
IV Sessione – Per un nuovo approccio normativo basato sulle evidenze scientifiche
Scarica il programma della giornata in PDF

CLICCANDO QUA E’ POSSIBILE VISUALIZZARE GLI ATTI DEL CONVEGNO

 

jon-tyson-1054696-unsplashL’ultimo report dell’Intergovernative Panel of Climate Change (Ottobre 2018) ha ribadito la necessità di contenere il riscaldamento globale entro 1.5°C rispetto ai valori pre-industriali e che restano solo pochi decenni per raggiungere questo obiettivo, chiedendo l’applicazione di misure rapide, inedite e di ampia portata.

Gli eventi meteorici estremi ai quali ormai continuamente assistiamo e che comportano danni, vittime e costi rilevanti, sono una spia del rapido evolversi della situazione, ma anche della nostra mancata capacità di resilienza e dell’inefficienza in termini di misure di prevenzione primaria.

(altro…)