ISDE su pandemia e vaccini


Pubblicato il 18 Agosto 2021

ISDE Italia ha più volte affrontato il tema della pandemia da SARSCoV2 per le sue relazioni con alterazioni ambientali e climatiche. Gli squilibri ecosistemici indotti dalle attività umane possono avere favorito comparsa e diffusione a livello globale della Covid19. Inoltre, l’associazione con malattie croniche molto diffuse, ma in larga parte prevenibili con interventi di prevenzione primaria, può aumentare la suscettibilità al SARSCOV 2 e influenzare negativamente la prognosi. E’ per questo che la prevenzione primaria ambientale e comportamentale rimane la misura principale per evitare nuove future pandemie, inevitabili se non si cambia il nostro rapporto con l’ambiente e la natura.
Posizioni scientifiche su aspetti terapeutici e sull’impiego di vacc
ini per la Covid19 non sono di pertinenza del campo di interesse specifico dell’ISDE Italia, che su questi temi ha come riferimento
solo le posizioni istituzionali (OMS, Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, organismi 
sanitari internazionali) e la letteratura scientifica internazionale.

Ciò premesso, l’Associazione, pur ricordando che la libertà di espressione è costituzionalmente tutelata e che confronto e dibattito sono parte integrante dell’approccio scientifico, vuole qui chiarire che qualsiasi affermazione su vaccini COVID19 o su indirizzi terapeutici per le infezioni da SARSCoV2 da parte di membri di ISDE Italia è da intendersi espressa a titolo esclusivamente personale. 

Condividi con i tuoi amici










Inviare