L’Associazione Medici per l’Ambiente al meeting di HEAL (Alleanza per la salute e l’ambiente) con l’Organizzazione Mondiale della Sanità

Bruxelles, 13 febbraio- Nel corso di un briefing tenutosi a Bruxelles, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’Alleanza per la salute e l’ambiente (HEAL) hanno invitato i responsabili politici dell’UE e di tutta la regione europea a intraprendere azioni più forti per combattere l’inquinamento atmosferico a beneficio dei cittadini; il miglioramento della qualità dell’aria offre un’enorme opportunità di salute in Europa.

(altro…)

InquinamentoAtmosferico_316x180_31In occasione delle ricorrenti condizioni di “Emergenza Aria” si propone costantemente la convinzione circa la sostanziale inutilità delle misure di limitazione del traffico. In realtà le conoscenze disponibili dimostrano il contrario. Per questo viene organizzato dalla Sezione ISDE di Brescia il seminario di approfondimento “Emergenza Aria: sono efficaci le limitazioni di traffico?” per il 17 Febbraio 2016.

Scarica la locandina

InquinamentoAtmosferico_316x180_6Sabato 16 Gennaio 2016 dalle ore 9:30 alle 13:00 si svolgerà il primo seminario “Ambiente e Salute” promosso da ISDE Chieti e dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Chieti.

(altro…)

InquinamentoAtmosferico_316x180_2Il 28 ottobre il Parlamento Europeo voterà la Direttiva sui Limiti alle Emissioni Nazionali (NEC), fondamentale per la salute dei cittadini europei. Da questa dipende la prospettiva di salute dei cittadini Italiani e Europei per il prossimo ventennio.

(altro…)

Lo scorso 15 luglio, secondo l’associazione Cittadini per l’aria, dal Parlamento Europeo sono giunte nuove e soprattutto buone notizie.

(altro…)

Inquinamento_1200x460_26Qualità dell’aria, revisione della direttiva sui limiti alle emissioni nazionali: Legambiente e Cittadini per l’aria, insieme a 13 associazioni italiane, tra cui anche ISDE Italia, scrivono al ministro dell’Ambiente Galletti.
“Gli impegni di riduzione delle emissioni per il 2020, il 2025 e il 2030 devono essere incrementati e serve maggior coerenza tra gli obiettivi UE”.
Ogni anno in Italia circa 30mila decessi per il PM 2.5, rispetto limiti legge salverebbe 11.000 vite all’anno.

Leggi la lettera