L’ambiente e la salute in Europa, ISDE: “Sono diritti dell’uomo”


Pubblicato il 16 Luglio 2015

E’ da poco stata inviata la lettera di ISDE, rivolta al Parlamento Europeo, nella quale l’Associazione dei Medici per l’Ambiente fornisce il proprio contributo al fine di orientare ogni legislazione, atto, la politica e la pianificazione in generale, in modo da garantire la massima priorità ai temi di ambiente e salute, fondamentali nelle nostre società.

ISDE, ritenendo che il suo ruolo fosse quello di indicare le scelte più appropriate e sicure per salvaguardare l’ambiente e la salute dei cittadini, delle generazioni attuali e future, ha chiesto che le autorità competenti predispongano un vero e proprio piano d’azione, riconsiderando l’attuale modello di sviluppo, incentrandolo sui concetti di ambiente e salute che devono andare di pari passo.

Questo binomio deve essere centrale nel dibattito scientifico e culturale, nonché politico in modo da informare e orientare tutte le scelte amministrative ed economiche. Secondo ISDE i principi fondamentali che dovrebbero ispirare le politiche europee, in modo da raggiungere gli obiettivi appena descritti sono: la necessità di una Best Health, traducibile in un maggiore accesso ai farmaci salvavita e ai loro brevetti a prezzi più equi e più fondi destinati alla ricerca per la diagnosi e la cura delle cosiddette “malattie dimenticate”, il principio di precauzione e la priorità di prevenzione primaria.

Sulla lettera inviata al Parlamento Europeo, ISDE fa anche una sintesi dei problemi legati ai principali elementi fondamentali per ogni uomo, come aria, acqua, energie, agricoltura e tanti altri. Invitiamo tutti a prendere visione dell’intera lettera per capire l’importanza dell’ambiente e della salute in Europa, considerati veri e propri diritti dell’uomo.